Consulenze per il web marketing

Articoli

Casi di studio

Realizzazione siti web in tutta Italia

Seminari

 

News

09/03/2017

Disposizioni per vendere farmaci sul web

Da qualche anno sta sempre più prendendo piede la presenza della p ...

25/01/2017

Dolci tipici siciliani - Tradizioni e storia di Sicilia

Cannoli, cassate, torrone e pasta reale sono il frutto della pasti ...

24/01/2017

La tua cucina in muratura: com'è fatta

Le cucine in muratura siciliane mantengono lo stile delle antiche ...

Leggi tutte le news

Titoli acquisiti

  • Laurea
  • Abilitazione alla libera professione
  • Corso avanzato SEO WEB MARKETING EXPERIENCE 2012
  • Corso avanzato SEO WEB MARKETING EXPERIENCE 2011
  • Corso avanzato SEO WEB MARKETING EXPERIENCE 2010
  • Corso avanzato SEO WEB MARKETING EXPERIENCE 2009
  • Attestato MADRI ~ Internet Marketing SEO EXTREME 2007
  • Certificazioni Microsoft MCSA
  • Attestati Macromedia per lo sviluppo web
  • Realizzazione e gestione siti web dal 1995
  • SEO (Search Engine Optimization)
  • Usabilità ed accessibilità dei siti web

Partner di

Business Community // Partner

Eccellere - Business Community ~ La Community per le imprese di successo


Condividi questo articolo

L'e-mail Spamming - lo spam

Lo spamming, anche noto semplicemente come spam, consiste in una pratica illecita di invio di grandissime quantità di e-mail indesiderate, solitamente di tipo commerciale, senza che queste siano state richieste dai riceventi

lo spam

Il termine trae origine da un siparietto comico americano ambientato in una taverna nella quale ogni piatto proposto era a base di una carne in scatola di marca Spam. Mentre il siparietto prosegue, all'insistenza nel proporre pietanze con “spam” si contrappone il rifiuto del cliente per questo cibo, il tutto in un crescendo di commensali inneggiante allo “spam”.

La carne in scatola Spam era vittima di questa ironia per via dell'ossessiva campagna pubblicitaria che la marca conduceva, forse per migliorare le vendite considerata la scarsa qualità del prodotto.

Il significato dello sketch dunque era: proporre e insistere nella vendita di un prodotto scadente, tramite una pubblicità non richiesta.

L'adattamento informatico di questo significato non si fece aspettare molto e oggi il termine spam è diffusissimo su Internet.

Il principale scopo delle azioni di spam è la pubblicità, il cui oggetto può andare dalle comuni offerte promozionali a proposte di vendita di materiale come software, farmaci e progetti finanziari.

Con lo spam si cerca di colpire massicciamente chiunque senza alcuna distinzione e senza uno studio a priori del target da colpire.

Lo spamming è illegale e come tale viene sanzionato secondo la regolamentazione emanata in Italia dal Garante della Privacy perché gli indirizzi di posta elettronica recano dati di carattere personale (nome, cognome, data di nascita, etc.) che devono essere trattati secondo la normativa sulla riservatezza.

L'art.130 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 stabilisce che l'invio per fini commerciali di comunicazioni tramite sistemi automatizzati di chiamata, posta elettronica, SMS ed MMS è legittimo soltanto con il consenso preventivo dell'interessato (salvo quanto previsto dal quarto comma). La violazione dell'art.130 costituisce illecito penale e prevede la reclusione fino a due anni. Recente giurisprudenza ha ammesso anche la risarcibilità del danno ex art. 2043 c.c. in caso di subita violazione della privacy per posta elettronica indesiderata.

Proteggersi completamente dallo spam è impossibile, tuttavia è possibile ridurre drasticamente la presenza di e-mail spazzatura nella nostra casella di posta elettronica utilizzando dei software specifici e adottando certi comportamenti.

I primi vengono chiamati filtri anti-spam: si tratta di software appositamente studiati per combattere lo spam che vengono installati o sui server di invio di posta o direttamente sul pc locale del destinatario.

Il funzionamento di questi software è molto semplice: essi riconoscono all'interno del mittente, dell'oggetto e del corpo del messaggio determinate parole che solitamente veicolano messaggi spazzatura.

In pratica le e-mail filtrate non vengono aggiunte alla normale posta ricevuta ma vengono inserite nella classica cartella “posta indesiderata” o, ancora meglio, cancellate automaticamente.

L'altro sistema, che coinvolge direttamente i comportamenti e le abitudini personali, si basa sostanzialmente sull'adozione di determinati atteggiamenti.

In primis è di assoluta priorità limitare la divulgazione della propria e-mail personale ad estranei, servizi di newsletter, iscrizioni a siti internet, forum e quant'altro.

E' consigliabile invece creare un indirizzo ad hoc da utilizzare in tutte queste situazioni e preservare l'indirizzo personale solamente per le persone di fiducia.

Un altro atteggiamento da porre in atto è quello di ignorare assolutamente le cosiddette catene di sant'Antonio.

Altro non si tratta di e-mail che diffondono un messaggio inducendo il destinatario a rispedire a propria volta la stessa e-mail ad altri destinatari di sua conoscenza, sfruttando la superstizione, la religione, la comicità, etc e innescando così una spirale infinita.

Gli spammers utilizzano questo semplice escamotage per:

  • appropriarsi indebitamente di migliaia di indirizzi e-mail a cui inviare poi le loro e-mail spazzatura.
  • veicolare pericolosi virus che fanno del nostro pc un mezzo per inviare a nostra insaputa veri e propri attacchi di spam verso altri utenti.

e-mail-spazzatura

Esempio di spam volto a ingannare l'ingenuo destinatario che, facendosi prendere dal panico, viene invitato a scaricare un pericoloso allegato o a cliccare su un collegamento non sicuro.

Infine, mai e poi mai rispondere ad una e-mail spazzatura, darete conferma alla spammer che il suo messaggio è stato letto e che la vostra e-mail è attiva e funzionante e inoltre mai e poi mai iscriversi a servizi di newsletter non richiesti personalmente.

Per riconoscere servizi di newsletter seri e affidabili è una buona garanzia che questi offrano un opt-in che altro non è che un consenso espresso da parte vostra affinché il servizio stesso possa inviarvi materiale informativo o pubblicitario.

Gli indirizzi di coloro che manifestano il proprio consenso vengono inseriti in una lista detta - non a caso - di opt-in che rappresenta per il sito un asset di enorme valore per sviluppare e incrementare rapporti diretti con i clienti potenziali e non.

Sebbene con queste semplici precauzioni sia possibile quanto meno evitare che il nostro indirizzo finisca nelle liste degli spammers, una e-mail spazzatura non richiesta è pressoché sicuro che arrivi ogni tanto, in quei casi è bene avere pazienza e cancellarla.

Esiste anche una variante dello spamming così come presentato finora, si tratta del Web spam. Il Web spam viene attuato attraverso pratiche illecite, chiamate black-hat, volte a migliorare il posizionamento del sito sui motori di ricerca.

E' bene fare attenzione e dire che non si tratta di pratiche illecite sotto il profilo legislativo, ma sono i motori di ricerca a definirle tali e a sanzionarli con pene che vanno fino all'esclusione a vita (ban) del dominio dagli indici dei motori.

Una delle tecniche black-hat più comuni è quella di scrivere le parole chiave dello stesso colore dello sfondo della pagina, ciò le rende invisibili agli occhi del navigatore e non lo disturba durante la navigazione e ha il vantaggio di aumentare enormemente la densità di parole chiave all'interno della pagina.

Un'altra pratica comune è quella di inserire parole chiave estremamente remunerative, come sesso, suonerie, etc, camuffandole con il sistema spiegato poc'anzi, in siti che poco o nulla hanno a che fare con queste argomentazioni.

Di norma è preferibile non usare mai queste tecniche, ma qualora le si vogliano utilizzare o il web master le utilizza per il vostro sito, fare molta attenzione in quanto un'esclusione a vita dai motori significa che i navigatori non arriveranno mai più sul sito, con conseguenti perdite economiche per il vostro business.

Vuoi realizzare un sito web di qualità e portarlo ai primi posti nei motori di ricerca? Contattami anche soltanto per una chiacchierata amichevole e non impegnativa. Puoi richiedere informazione compilando il form a tua completa disposizione oppure telefonare ai numeri 0934597211 - 3389687800

Nino Argentati

Via Filippo Turati n. 22

93100 Caltanissetta (Caltanissetta CL - Sicilia) ~ Tel. 0934597211 - Cell. 3389687800 - P. IVA 01413320852 - Contatti

sito web realizzato da: CLIC - Consulenze per il web marketing

Tu sei qui: Home > Articoli > L'e-mail Spamming - lo spam

Scarica GRATIS "La guida alla progettazione del sito web per le piccole e medie imprese (PMI)"

Iscriviti alla Newsletter

Sarai informato su: Eventi, Manifestazioni, Promozioni...